Chiara Elia

Questa “scatola di fiammiferi” la scruto da tempo vicino a me. Essa giaceva silenziosa e riservata. Potevo sentire il suo potenziale calore, ma non potevo ancora vedere la sua allegra luce. Ad un certo punto ho deciso di aprirla e estrarre da lì più di un sogno. Da quel giorno due fiammiferi hanno iniziato ad illuminare le mie speranze, le mie realizzazioni personali, la mia serenità creativa e di donna!

Queste luci, per ora, sono la passione per la scrittura e per la danza flamenca! La prima di queste è stato prima un piccolo lume, che m’accompagna gentile fin da quando ero piccola, quando già scrivevo poesie per il giornale del quartiere.

Oggi sono cresciuta, e così il mio desiderio di scrittura, tanto da riuscire a sviluppare un “grande fuoco”, che s’è concretizzato a fine ottobre 2008 nella pubblicazione del mio primo libro di poesie d’amore!
Che soddisfazione, che calore, che emozione aver avuto notizia di tale evento!

La seconda fiamma, visibile ora anche fuori di me, è il flamenco. Imparare questa danza, che è presente nella mia vita ormai da otto anni, è stata una piacevole scoperta.
Questa danza mi continua ad incantare sia per la sua tecnica, sia per il caratteristico linguaggio del corpo, che sottolinea un grande impatto comunicativo, perché nell’atto di ballare, nell’esprimere sentimenti, c’è anche la difficoltà, e la vivacità, di suonare con i piedi e con le “palmas”, scandendo forti emozioni, che accompagnano i battiti del cuore!

“Light your flame”, perché la tua luce ti accompagnerà anche nella più buia giornata di pioggia! La luce sei tu!


 

“La Luce sei Tu!”