Latest Posts

Onematch: un modo di pensare

Onematch: un modo di pensare nato nel 2007. Un pensiero che stimola la crescita personale. Un pensiero che da la scossa. Uno schiaffo che ci sveglia.

Quale è la tua medaglia d’oro?

Vincere la tua medaglia d'oro non è il vincere su tutti ma vincere su te stesso. Il massimo risultato con il massimo delle tue prestazioni.

Il coach e il mare

Il coach e il mare: un monologo creato da due coach allo scopo di esortare tutti noi a curare mente e corpo contemporaneamente.

Persone nocive: come allontanarle.

Persone nocive: istruzioni per eliminarle

I migliori coach sono i malati terminali

I migliori coach sono i malati terminali. Chi può offrirci insegnamenti più saggi di una persona ormai vicino alla morte? “Nella mia vita ho passato troppo tempo a preoccuparmi. Avrei dovuto imparare a fregarmene un pò”. Lo pensano in molti in prossimità della morte. E spesso il colpo di grazia arriva con il: “Se solo potessi tornare indietro”.

Questo è un post tutt’altro che triste, ma assolutamente pieno di Vita. Dovremmo tutti elaborare un piano per ovviare a questa tardiva presa di coscienza. La sofferenza dei malati terminali non è dovuta ovviamente al dolore fisico ma anche a fattori di natura psicologica. Quando si alleggeriscono la mente la sofferenza si attenua.

Ecco la mia esperienza.

Meno di un mese fa, una persona che conosco che ho “coachato” in primis lei e poi la sua piccola figlia, mi ha chiesto di voler ascoltare suo fratello, un ragazzo di 42 anni malato terminale. Un brutto male se lo sarebbe portato via da lì a poco.
“Gio, te la senti?”.
“Ovvio che si!”.

E così non ho nemmeno iniziato a giocare la partita del campetto dell’oratorio sotto casa con il mondo del Coaching, che in un attimo mi sono trovato nel più grande stadio del pianeta a giocare una finale del mondiale.
Avrei potuto sbagliare? Ero preparato? Non lo so, ma mi sono sentito la persona giusta al momento giusto. E ho giocato la mia partita.

Sessioni con un mio coetaneo mai conosciuto che perdeva peso a vista d’occhio.
Il tempo. Quanto può essere bastardo a volte il tempo. Abbiamo stretto un rapporto, abbiamo scritto, abbiamo ascoltato musica, abbiamo fatto delle cose che ora non serve raccontare. Ieri, per farmi sentire più vicino a lui, non sono andato con il mio bel jeans, la camicia e la cravattina nera che metto sempre.

Sono andato in moto direttamente in pigiama. Glielo avevo detto. Volevo stare comodo come lui. E così abbiamo parlato entrambi in pigiama. Il sorriso. Ieri proprio ieri mi ha lanciato un ultimo sorriso sincero, divertito per il mio pigiama. Un sorriso con questi grandi denti evidenziati dalle gengive che sempre più si stavano ritraendo a causa della malattia.

Lo sai cosa desidera un malato terminale?
Semplicemente vivere e fare quello che faceva prima. Niente di più.

Poche ore fa Il mio amico se ne è andato per sempre e non mi ha lasciato nessun vuoto. Mi ha lasciato tanti di quegli insegnamenti e dei pensieri che mi hanno reso una persona migliore. I lcoach sono stato io o lui? Chissà.

Questa finale è durata troppo poco. Ma alla fine dopo tutti i goal subiti dalla vita, io ho lanciato l’assist e il mio amico ha tirato in rete segnando il golden goal. Abbiamo vinto, con il “chi segna per ultimo vince!”. Come quando da piccolo giocavi nel campetto sotto casa in cui non importava il risultato, quando la mamma chiamava, chi segnava aveva vinto.
Io e il mio amico abbiamo fatto il gioco di squadra e ha segnato in rete. Abbiamo vinto.

Lui la serenità, io…altro.

Poche sessioni e ho imparato più di qualsiasi corso di coaching.

Semplicemente grazie M.

Se ti va seguimi su Instagram o su Facebook.

E se non ti va proprio, brucia le navi.

Latest Posts

Onematch: un modo di pensare

Onematch: un modo di pensare nato nel 2007. Un pensiero che stimola la crescita personale. Un pensiero che da la scossa. Uno schiaffo che ci sveglia.

Quale è la tua medaglia d’oro?

Vincere la tua medaglia d'oro non è il vincere su tutti ma vincere su te stesso. Il massimo risultato con il massimo delle tue prestazioni.

Il coach e il mare

Il coach e il mare: un monologo creato da due coach allo scopo di esortare tutti noi a curare mente e corpo contemporaneamente.

Persone nocive: come allontanarle.

Persone nocive: istruzioni per eliminarle

RIMANIAMO IN CONTATTO

Rimani aggiornato su tutto quello che si realizza in Onematch, lascia la tua migliore mail.